La nostra storia

Angsa Biella onlus nasce nel novembre 2007 da alcuni genitori che già erano soci di Angsa Piemonte e dal Consiglio Direttivo di Torino viene l’appoggio per aprire la sezione locale, per l’esigenza di coordinare le risorse del territorio e valorizzare le esperienze provinciali e locali già attive.

Questi genitori consapevoli che le persone affette da sindrome autistica non hanno sempre trovato servizi in grado di sostenere le famiglie nell’affrontare le difficoltà di un figlio che necessita di trattamenti Educativi e Riabilitativi e di una presa in carico globale, ritengono di poter affrontare insieme un lavoro di sensibilizzazione e dialogo con le istituzioni.

I fondatori sono 13, tutti genitori. La sede è presso il CTV di Biella.
Il consiglio direttivo è composto da 11 persone.
Obiettivi di Angsa: sensibilizzare sul problema autismo, informare della presenza dell’associazione sul territorio, formazione di personale specializzato.
E’ attiva la partecipazione di Angsa con la Direzione di Domus Laetitiae che, in partnership con la Fondazione Umanamente di Milano ha dato l’avvio nel 2006 a un progetto sperimentale sull’autismo (percorsi di autonomia per bambini, adolescenti e adulti, centro estivo, parent training, gruppi ama per fratelli, interventi di sostegno a domicilio) con 5 bambini autistici. La sperimentazione terminerà nel 2009.

Da questo momento Angsa Biella e Domus perseguiranno un percorso comune consapevoli di non poter contare su investimenti strutturali pubblici.
La scelta è comunque quella di garantire le attività educative con le proprie forze.

Angsa e Domus progettano quindi una modalità di intervento che prevede per la prima volta un intervento economico dei genitori per garantire la continuità del servizio.

Il contributo Asl è limitato ad alcune attività che gli operatori Domus svolgono per conto e in collaborazione della NPI, mentre è totalmente escluso il costo dei trattamenti psico educativi.
Il tutto è mediato dalla attività di Angsa nella ricerca fondi, ormai quasi totalmente destinati alle terapie per i ragazzi.

Matura in questo periodo l’ importanza di trovare una sede definitiva e adeguata per le terapie e si valutano con la direzione di Domus Laetitiae le varie possibilità.

Per la portata degli importi gestiti Angsa provvede il 13/11/2012 alla Iscrizione nel Registro Regionale centralizzato delle persone giuridiche e ottiene il riconoscimento della personalità giuridica privata.

Il 2013 vede l’inaugurazione de La Casa per l’Autismo, un edificio situato a Candelo, in via per Sandigliano 80. 

Con Domus Laetitiae inoltre è stato siglato un impegno reciproco economico e organizzativo per la gestione delle attività da svolgere presso la Casa di Candelo.

Annualmente Angsa identifica possibili partecipazioni a bandi per progetti pubblicati da Fondazioni. Organizza eventi per raccogliere fondi o per sensibilizzare a favore dell’autismo. Ha instaurato ottimi rapporti con organizzazioni quali Gruppo Alpini Ponderano che in modo continuativo negli anni organizza eventi, promuove vendita prodotti e destina ad Angsa il ricavato.

E’ in continuo contatto con Club di servizio che nel tempo hanno significatamente contribuito alle nostre attività.

Iniziativa del 2014, con la consulenza di uno studio di immagine è stata la realizzazione di uno specifico logo per la Casa per l’Autismo, per meglio identificare l’obiettivo principale dell’ associazione.

Dal 2016 la Casa ha una sua specifica pagina web http://www.lacasaperlautismo.org per agevolare consultazione dei servizi offerti e per i contatti diretti con gli operatori.

Nel 2021, in base alla Riforma del Terzo Settore, Angsa Biella diventa Aps, Associazione di Promozione Sociale.

Presso La Casa per l’autismo, a oggi, sono seguiti circa 80 fra bambini e ragazzi autistici, gli operatori specializzati sono 13.